fbpx

I giovani italiani sono già nel Deep e Dark web

|

Giovani, deep e dark web. Cosa ci dicono i dati a riguardo? Quali azioni di prevenzione possiamo mettere in atto?

“Consumi in rete, giovani naviganti tra sostanze e dark web”. È il titolo dell’incontro-web che giovedì 5 marzo (dalle 9.30) presenta i risultati di “Indici – Intervento per le Nuove generazioni Digitali Consapevoli e informate”, progetto svolto tra marzo 2018 e marzo 2020, gestito da Open Group, in partnership con l’Istituto di Fisiologia clinica di Pisa (CNR), l’associazione ASA, Forum Droghe e CNCA.

INDiCI, interrogando direttamente i giovani, li coinvolge in un percorso che porta alla costruzione di strumenti di prevenzione e protezione utili per affrontare le sfide della contemporaneità, in un contesto in cui il digitale entra con i suoi ambienti, le sue regole e i suoi codici. Perché il progetto ci dice che i giovani italiani, su Deep e Dark web, ci sono già.

Attraverso questionari somministrati anonimamente  a circa 1.100 ragazzi e ragazze tra 11 e 20 anni (distribuiti in sette scuole di Bologna e online attraverso il sito https://www.progetto-indici.it/), il progetto INDiCI ha affiancato ad un lavoro di ricerca dedicato alla letteratura sul tema, il coinvolgimento dei giovani attraverso la somministrazione di questionari, focus group e forum. Al centro dell’azione di ricerca la tecnologia e il mondo on line come potenziale canale d’acquisto di sostanze psicoattive ma anche come strumento per trovare, scambiare e costruire informazioni su stili di vita e consumi.

Se i dati relativi all’immersione nel digitale dei giovani (nella quasi totalità possessori di smartphone, 96%, e nella grande maggioranza di computer,71%), a prescindere dall’età e con pochissime differenze di genere, sono in linea con la letteratura e le aspettative del mondo adulto, la sorpresa arriva da Dark e Deep web. I questionari, on line e off line, rilevano una presenza di Dark e Deep web nell’immaginario di studenti e studentesse, maggiore di quanto gli adulti pensino.

Nel corso dell’incontro verranno diffusi e approfonditi i risultati del progetto pilota, ma ci saranno anche contributi che analizzeranno il quadro europeo sul tema consumi di sostanze e web.

Questo il programma della giornata

Per vedere la diretta, questo è il link da utilizzare  http://filandolarete.cloud/streaming/

 

 


News

Acquaponica, la coltivazione sostenibile di Maieutica

Acquaponica, la coltivazione sostenibile di Maieutica
A sei mesi dall’avvio dei lavori, l’impianto ac...

Asilo cani gratuito al Rifugio notturno

Asilo cani gratuito al Rifugio notturno
Il canile del Rifugio notturno della Solidariet...

Un dottorato per dipendenti Open Group

Un dottorato per dipendenti Open Group
Open Group ha stipulato una convenzione con l'U...

La presentazione dei risultati di Nausicaa

La presentazione dei risultati di Nausicaa
Giovedì 21 luglio 2022 verranno presentati i ri...
  • Acquaponica, la coltivazione sostenibile di Maieutica

    Acquaponica, la coltivazione sostenibile di Maieutica

    A sei mesi dall’avvio dei lavori, l’impianto acquaponico realizzato nel giardino del Centro Maieu...
  • Asilo cani gratuito al Rifugio notturno

    Asilo cani gratuito al Rifugio notturno

    Il canile del Rifugio notturno della Solidarietà accoglierà i cani di cittadine e cittadini bolog...
  • Un dottorato per dipendenti Open Group

    Un dottorato per dipendenti Open Group

    Open Group ha stipulato una convenzione con l'Università di Bologna per destinare 1 posto di dott...
  • La presentazione dei risultati di Nausicaa

    La presentazione dei risultati di Nausicaa

    Giovedì 21 luglio 2022 verranno presentati i risultati di Nausicaa, un progetto focalizzato sul t...