Skip to main content

Primo bilancio del progetto ICE

Nel primo dei tre anni di attività del progetto contro la dispersione scolastica sono stati coinvolti 2.400 adolescenti e 400 tra insegnanti ed educatori.

Sono circa 2.400 gli adolescenti e quasi 400 gli insegnanti e gli educatori coinvolti nel corso del primo anno di attività di “ICE – Incubatore di Comunità Educante”, il progetto triennale di cui Open Group è capofila, realizzato sul territorio della città metropolitana di Bologna per creare un sistema integrato contro la dispersione scolastica, mettendo in rete scuole, istituzioni, terzo settore e famiglie.

Una classe

Il progetto è stato avviato nel 2018 grazie al sostegno dell’impresa sociale Con i Bambini. Diverse le attività realizzate o programmate dai 56 Comuni, 7 distretti, 15 istituti scolastici partner, 4 scuole referenti e 48 enti del privato sociale che sono partner di ICE: si va dalla realizzazione di laboratori per lo sviluppo della didattica innovativa ad azioni di promozione del benessere scolastico e sociale, da percorsi per il coinvolgimento e la partecipazione delle famiglie fino alla rimotivazione, il riorentamento e l’accompagnamento degli adolescenti in abbandono scolastico.

Nello specifico, durante la prima annualità sono stati progettati e realizzati 109 cicli di attività laboratoriali, 10 incontri con esperti di sostegno alla genitorialità, 2 sportelli ad attività continuativa e 1 corso linguistico-espressivo. Attività che, nell’ambito delle azioni per la prevenzione primaria, hanno coinvolto 2.250 adolescenti (70% della scuola secondaria di primo grado e 30% della scuola secondaria di secondo grado), 120 figure genitoriali e all’incirca 6.000 beneficiari indiretti tra insegnanti referenti e adulti significativi.

Sono stati inoltre organizzati 8 percorsi individualizzati rivolti a studenti a rischio dispersione scolastica, 6 colloqui di orientamento individuale e 2 laboratori per il riaggancio scolastico di 17 ragazzi e ragazze della scuola secondaria di primo grado e il coinvolgimento di 12 insegnanti referenti. Un laboratorio si è svolto a Bologna, l’altro nel distretto di Casalecchio di Reno e Appennino: l’80% degli studenti partecipanti è riuscito a recuperare l’anno scolastico, riemergendo da una condizione di dispersione.

Nel corso del triennio, si stima di coinvolgere direttamente nel progetto ICE circa 8.000 adolescenti (di cui il 70% della scuola secondaria di primo grado e il 30% della scuola secondaria di secondo grado), 500 genitori, 400 docenti e 900 educatori.

Photo credit: Taylor WilcoxUnsplash


News

Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni

Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni
Il 25 maggio arriva Inedita, l'evento che celeb...

Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano

Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano
“Itineranti. La badessa Lucia di Settefonti" è ...

A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio

A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio
A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio...

Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami
"Quanto ne sai di soldi?" è la nostra campagna ...
  • Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni

    Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni

    Il 25 maggio arriva Inedita, l'evento che celebra i primi 10 anni di Open Group. Qui puoi trovare...
  • Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano

    Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano

    “Itineranti. La badessa Lucia di Settefonti" è l'escursione organizzata dal Museo di Claterna att...
  • A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio

    A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio

    A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio, uno dei pionieri dell'archeologia bolognese.
  • Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

    Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

    "Quanto ne sai di soldi?" è la nostra campagna in collaborazione con la consulente finanziaria Pe...