Skip to main content

Open Erasmus: di scambi, scoperte e condivisione

|

Open Erasmus è il progetto di scambio all’interno della nostra cooperativa. Una giornata di welfare aziendale per scoprire e scoprirci.

Di tutto un po’, in autunno

“Di tutto un po’, in autunno” è il nuovissimo percorso Open Erasmus. Questo progetto, pensato per tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici di Open Group, nelle scorse edizioni ha portato oltre cento colleghe e colleghi a conoscere le varie anime che compongono la nostra impresa sociale.

Di che cosa si tratta? Open Erasmus è il progetto di scambio all’interno dei servizi della nostra cooperativa. Si parte al mattino e si trona al pomeriggio, viaggiando a bordo di un bus. Si visiteranno realtà e servizi, trascorrendo del tempo insieme e scambiandosi opinioni e storie.

Perché Open Erasmus?

In Open Group lavorano più di 900 persone. I servizi che la cooperativa offre sono numerosi: ci prendiamo cura delle persone più fragili; educhiamo i bambini e le bambine con il digitale; aiutiamo persone con dipendenze; sosteniamo chi ha bisogno di una casa; siamo la creatività per guidare le persone con disabilità sulla strada per l’autonomia; curiamo archivi, cataloghiamo libri, facciamo da mediatore nei musei.

Noi di Open Group lavoriamo all’intero di una realtà cooperativa ampia, ci occupiamo di tante cose, e i nostri servizi sono dislocati in un territorio vasto. Poter esplorare realtà e conoscere persone diverse da quelle che frequentiamo nel quotidiano ci permette di crescere, di tessere reti, di abitare la complessità.

Gruppo di persone fotografato di spalle. La foto sembra essere scattata in un parco. Il cielo è grigio e le persone indossano vestiti pesanti. Si deduce che sia tardo autunno o inizio primavera.

Dove andremo?

L’itinerario di quest’edizione autunnale ci porterà in tante realtà diverse:

  • Montebello, il nostro laboratorio protetto per persone con disabilità completamente immerso nel verde;
  • la Rupe maschile, storico servizio di Open Group che accoglie persone con dipendenza da sostanze;
  • uno dei progetti SAI riservato a persone vulnerabili;
  • Second Life, area del riuso di Bologna e luogo dove gli oggetti acquistano una nuova vita;
  • La biblioteca di Borgo Panigale.

Scambiarsi idee, mettersi nei panni di altrə, immaginare nuove traiettorie: quale modo migliore di scoprire e scoprirsi?


News

Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni

Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni
Il 25 maggio arriva Inedita, l'evento che celeb...

Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano

Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano
“Itineranti. La badessa Lucia di Settefonti" è ...

A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio

A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio
A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio...

Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami
"Quanto ne sai di soldi?" è la nostra campagna ...
  • Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni

    Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni

    Il 25 maggio arriva Inedita, l'evento che celebra i primi 10 anni di Open Group. Qui puoi trovare...
  • Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano

    Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano

    “Itineranti. La badessa Lucia di Settefonti" è l'escursione organizzata dal Museo di Claterna att...
  • A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio

    A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio

    A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio, uno dei pionieri dell'archeologia bolognese.
  • Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

    Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

    "Quanto ne sai di soldi?" è la nostra campagna in collaborazione con la consulente finanziaria Pe...