Skip to main content

Fentanil, un incontro a cura di Area 15 e UDS

Fentanil e painkillers: cosa sono? Quali rischi comportano? Cosa fare per tutelare la propria salute? Di questo parlerà l’incontro formativo e di confronto organizzato da Area 15 e dall’Unità di Strada, servizi che Open Group gestisce per conto del Comune di Bologna e di ASP Città di Bologna. L’evento, realizzato insieme a Beat Project in collaborazione con il Centro studi Donati, si terrà giovedì 6 febbraio alle 17.30 nella Sala Contiero in via S. Sigismondo 7/a, Bologna.
Un evento aperto a tutti per riflettere insieme su quali sono i pericoli legati al consumo ma anche quali le azioni da compiere in caso di emergenza o di overdose.
Parteciperanno all’incontro Marco Battini, del coordinamento regionale Unità di Strada e Guido Pelletti del Laboratorio di Tossicologia Forense, Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Bologna. Modera l’incontro Federico Lacche, direttore di Libera Radio.

Il fentanil è un oppioide sintetico usato in medicina come analgesico forte o per l’anestesia.
In alcuni paesi il fentanil e i suoi derivati vengono usati per adulterare e tagliare l’eroina o in sostituzione di altri analgesici: negli Stati Uniti nel 2017 hanno causato la morte di più di 30.000 persone. Queste sostanze sono ancora poco conosciute in Italia, ma gli operatori che lavorano nei servizi di riduzione dei rischi e del danno segnalano anche nel nostro paese una veloce evoluzione di nuovi scenari di consumo e dei mercati illegali correlati.

L’incontro sarà anche l’occasione per presentare il progetto di self checking della Regione Emilia-Romagna e dell’Azienda USL di Bologna al quale partecipano i Servizi territoriali per le dipendenze patologiche (SerDP) e le Unità di strada della Regione. Si tratta di un kit gratuito di autoanalisi da effettuare direttamente sulla sostanza o sull’urina. La striscia diagnostica permette di rilevare in modo rapido 12 varianti di fentanil, incluse le più diffuse. L’eventuale risultato positivo dell’analisi può essere caricato, in forma totalmente anonima, su una piattaforma online per permettere il monitoraggio della presenza della sostanza creando una rete di segnalazioni.
È un progetto innovativo che si basa su un approccio pragmatico diretto a proteggere e tutelare la salute pubblica creando un’alleanza tra diversi soggetti e, contemporaneamente, rintracciare l’eventuale presenza di una sostanza ad altissimo rischio.

 


News

Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni

Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni
Il 25 maggio arriva Inedita, l'evento che celeb...

Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano

Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano
“Itineranti. La badessa Lucia di Settefonti" è ...

A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio

A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio
A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio...

Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami
"Quanto ne sai di soldi?" è la nostra campagna ...
  • Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni

    Inedita – Cronache dal futuro: i nostri primi 10 anni

    Il 25 maggio arriva Inedita, l'evento che celebra i primi 10 anni di Open Group. Qui puoi trovare...
  • Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano

    Un’escursione da Claterna al belvedere di Ozzano

    “Itineranti. La badessa Lucia di Settefonti" è l'escursione organizzata dal Museo di Claterna att...
  • A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio

    A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio

    A Claterna una visita guidata su Edoardo Brizio, uno dei pionieri dell'archeologia bolognese.
  • Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

    Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

    "Quanto ne sai di soldi?" è la nostra campagna in collaborazione con la consulente finanziaria Pe...