Skip to main content

In arrivo la rassegna sul tema delle dipendenze

|

Dal 15 al 24 giugno arrivano a Bologna le giornate dell’inter-dipendenza, la rassegna di eventi promossa dall’Azienda USL di Bologna. Un’occasione per riflettere sul tema della dipendenza da più punti di vista. Anche Open Group tra gli organizzatori

Dialoghi, viaggi, spettacoli, incontri, confronti, fuori e dentro la città per affrontare insieme il tema della dipendenza: dal 15 al 24 giugno arrivano a Bologna le giornate dell’inter-dipendenza. Una rassegna di eventi promossa dall’Azienda USL di Bologna, in collaborazione con il Comune di Bologna, la Curia e le realtà del terzo settore.
Anche Open Group fa parte dell’organizzazione dell’evento.

Un percorso per condividere esperienze, consapevolezze, progetti e traguardi. Guardare al futuro delle dipendenze con uno sguardo corale e inclusivo. Le giornate dell’inter-dipendenza celebrano il lavoro corale di enti e istituzioni coinvolti nei percorsi di accoglienza e di cura.

Gli eventi di inter-dipendenza

Molti gli eventi in programma tra cui: “La Giornata CoMAS”, che si terrà giovedì 16 giungo presso la nostra comunità Rupe Maschile.
Si tratta di un convegno nel quale i servizi territoriali si confrontano su nuove strategie da individuare a favore delle persone con dipendenze patologiche.

Martedì 21 giugno dalle 20, in Piazza Verdi, ci sarà una tavola rotonda dal titolo “La nuova sanità territoriale”, un’occasione per esaminare i cambiamenti in atto nella popolazione più fragile.
Dai consumi di sostanze, ai disagi con cui le dipendenze si manifestano, fino ad arrivare ai bisogni latenti sono sono alcuni dei temi trattati.
Tra i relatori: il Sindaco di Bologna Matteo Lepore; Paolo Bordon Direttore generale AUSL BO, Caterina Pozzi Vicepresidente di Open Group; Alessio Saponaro, Dirigente Salute mentale e Dipendenze Patologiche Regione Emilia-Romagna; Padre Giovanni Mengoli Presidente Gruppo CEIS.

L’incontro sarà preceduto da uno spettacolo teatrale a cura di CEIS Arte.

Un insieme di appuntamenti per promuovere l’inclusione, favorire la conoscenza e la consapevolezza, senza mai stigmatizzare o giudicare. L’impegno condiviso di istituzioni e cittadine/i sarà rafforzare le reti di sostegno per accogliere e accompagnare le persone più vulnerabili nell’accesso ai servizi.


News

Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami
"Quanto ne sai di soldi?" è la nostra campagna ...

L’abbigliamento romano a Claterna

L’abbigliamento romano a Claterna
Come si vestivano gli antichi romani? Scopriamo...

Graduatorie provvisorie Servizio Civile 2024

Graduatorie provvisorie Servizio Civile 2024
Ecco le graduatorie provvisorie SCU, relative a...

A Ri-Vestiti! due dei nostri laboratori protetti

A Ri-Vestiti! due dei nostri laboratori protetti
Lo stile di No Brand Like Marakanda torna a sfi...
  • Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

    Pillole di educazione finanziaria con Pecuniami

    "Quanto ne sai di soldi?" è la nostra campagna in collaborazione con la consulente finanziaria Pe...
  • L’abbigliamento romano a Claterna

    L’abbigliamento romano a Claterna

    Come si vestivano gli antichi romani? Scopriamolo al Museo di Claterna con "Mi Vesto alla Romana!"
  • Graduatorie provvisorie Servizio Civile 2024

    Graduatorie provvisorie Servizio Civile 2024

    Ecco le graduatorie provvisorie SCU, relative alle persone selezionate per i diversi progetti del...
  • A Ri-Vestiti! due dei nostri laboratori protetti

    A Ri-Vestiti! due dei nostri laboratori protetti

    Lo stile di No Brand Like Marakanda torna a sfilare al festival di Terra Equa, domenica 7 aprile ...