fbpx

Open Group acquista il 100% di NetLit

|

Al via Melting Pod per la produzione di contenuti digitali

Open Group ha acquisito il 100% di NetLit, società di cui deteneva il 47,7% della proprietà, rilevando le quote di Mandragola Editrice (47,7%) e Media Literacy Foundation Sotto i venti (4,6%). L’operazione è stata in parte finanziata tramite la vendita della frequenza 88,3 Mhz in Toscana. Tra le altre frequenze che restano in NetLit, i 96.300 Mhz di Radio Città del Capo a Bologna, i cui giornalisti rimarranno nella società, alle medesime condizioni contrattuali, occupandosi di informazione e di produzione di podcast e di contenuti multipiattaforma, in collaborazione con Be Open, l’agenzia di comunicazione di Open Group.

“La salvaguardia dei posti di lavoro è sempre stato l’obiettivo prioritario di Open Group”, dice il presidente, Giovanni Dognini. “Con i nostri precedenti soci – continua – si erano determinate visioni di sviluppo differenti, aggravate dal fatto che l’epidemia ha ridotto drasticamente, se non addirittura chiuso, i principali canali commerciali di NetLit: la vendita di spazi pubblicitari in onda e il lavoro di educazione critica all’informazione all’interno delle scuole. Siamo tuttavia riusciti a trovare un accordo complessivo e completare a la separazione societaria”.

Open Group ora guarda al futuro attraverso un progetto più ampio, quello di Melting Pod, una nuova struttura dedicata al digitale, alla produzione di contenuti audio e di podcast, di cui Radio Città del Capo entrerà a fare parte, cambiando nome in Melting Pod Radio. “Una scelta per segnare un cambio di passo – spiega Dognini –. Non reputiamo più strategica la radiofonia tradizionale in analogico, ma crediamo nel mercato dei contenuti digitali, un focus che interessa trasversalmente tutti i servizi di Open Group: quelli di cura della persona, quelli culturali e quelli educativi”.

Melting Pod Radio proporrà, sulla frequenza 96,300 Mhz, una programmazione automatica e la diffusione dei contenuti di Radio Popolare Network.

Secondo l’ultima indagine Nielsen, in Italia nel 2019 ci sono stati oltre 12 milioni di ascoltatori di podcast, con una crescita di quasi 2 milioni rispetto all’anno precedente. “Per Open Group si tratta di un bacino di estremo interesse, non legato alla territorialità, predisposto agli approfondimenti e a contenuti inerenti alla formazione e soprattutto in grado di intercettare una fascia di pubblico giovane, meno interessata ai media tradizionali”, conclude Dognini.


News

Il tuo 5×1000 al Giardino dei Giganti

Il tuo 5×1000 al Giardino dei Giganti
Con il tuo 5x1000 a Open Group ci aiuterai a re...

‘Ci sto? Affare fatica!’: buoni fatica

‘Ci sto? Affare fatica!’: buoni fatica
'Ci sto? Affare fatica!' prevede dei buoni fati...

La giornata dell’archeologia a Claterna

La giornata dell’archeologia a Claterna
La giornata dell’archeologia a Claterna: sabato...

In arrivo la rassegna sul tema delle dipendenze

In arrivo la rassegna sul tema delle dipendenze
Dal 15 al 24 giugno arrivano a Bologna le giorn...
  • Il tuo 5×1000 al Giardino dei Giganti

    Il tuo 5×1000 al Giardino dei Giganti

    Con il tuo 5x1000 a Open Group ci aiuterai a realizzare un laboratorio di falegnameria per le nos...
  • ‘Ci sto? Affare fatica!’: buoni fatica

    ‘Ci sto? Affare fatica!’: buoni fatica

    'Ci sto? Affare fatica!' prevede dei buoni fatica a favore delle/dei partecipanti alle attività. ...
  • La giornata dell’archeologia a Claterna

    La giornata dell’archeologia a Claterna

    La giornata dell’archeologia a Claterna: sabato 18 giugno alle 16 al Palazzo della cultura per un...
  • In arrivo la rassegna sul tema delle dipendenze

    In arrivo la rassegna sul tema delle dipendenze

    Dal 15 al 24 giugno arrivano a Bologna le giornate dell'inter-dipendenza, la rassegna di eventi p...